Diario 06/11/2012

Diario 06/11/2012

…Sto cercando di entrare in sintonia con la Gran Bretagna. Come isola intendo… Come terra non mi sembra brutta. Il sole non è così raro come dicono, certo dipende dalle annate, però non la trovo così sconfortevole.

Adesso è un po’ pesante perché continuo a spostarmi e alla ricerca di un posto che io possa chiamare casa. Guardandomi attorno per questo motivo continua a balzarmi all’occhio tanta schiavitù. Siamo schiavi dei soldi e questo si potrebbe dire banale ma è fottutamente vero. Si fa di tutto per risparmiare, posto migliore e meno costoso per vivere. Oggetti che ci tolgono il desiderio del possesso solo temporale. Compriamo la macchina che ci piace di più e poi non sappiamo dove parcheggiarla. Per andare al lavoro alla fine prendiamo il treno e la macchina la parcheggi vicino alla stazione… allora bisogna trovare il parcheggio giusto “e se poi te lo ciulano?” “cosa fai lasci la macchina parcheggiata la notte per non rischiare di perderlo?!…” che senso ha tutto ciò! Cerchiamo di essere il più efficienti sul lavoro perché se non lo siamo qualcuno prenderà il nostro posto. Cerchiamo di essere più rapidi per prendere il posto di qualcun altro. Questa la chiameranno concorrenza ma tira e ritira ci porta a non essere più umani. Sempre meglio… sempre più perfetto. Sempre più veloce e allora quando si romperanno quelle corde che portiamo dentro di noi e che ci trattengono fuori dalla pazzia!? Sempre che non siamo gia pazzi, magari lo siamo e se non ce ne rendiamo conto è solo perché anche quelli che abbiamo attorno si comportano da pazzi come noi. Siamo normali direi! Ma la nostra “normalità” è legata a quello che facciamo in rapporto a quello che fanno gli altri. Ma io non accetto la normalità, non è solo perché qualcun altro fá una cosa che io devo copiarla ed accettarla.

Viaggiando e osservando la gente ho accumulato un gruzzolo di “normalita” che a pensarci bene sono molto anormali se non psicotiche. Mi piacerebbe elencarle qui e sapere che cosa ne pensate.

La normalità di bere per alcolizzarsi.
La normalità di giudicare gli altri in base al vestito.
La normalità di voler essere sempre in salute e in forma
La normalità di voler comprare una cosa al prezzo minore possibile…

Ce ne sono molte altre e magari voi qualche altra normalità ce la potete mettere. Quello che mi chiedo è perché non riusciamo a vedere al di là di quello che è normale !?

Questo è il bello di viaggiare… Esci dalla tua ed entri in un’altra… cambi le regole del gioco. O almeno in parte.

Simone Berliat

Leave a Reply

Your email address will not be published.